Effetti positivi e negativi di caffeina


Si dice che Balzac, lo scrittore francese prolifico che, bevuto circa 50 tazze di caffè al giorno, e forse questo cavo personalizzato dopo la sua morte all'età di 51 anni. Difficile da credere una tale dipendenza e ancora, sentiamo che, se vero, potrebbe benissimo aver accorciato la sua vita.

Ma molto dosi più moderate, la caffeina è effettivamente dannosi? Hai vantaggi? Come funziona? Influisce caffè se del caso, tè, bibite o bevande energetiche? Molte domande per alcune risposte cominciano ad apparire.
Gli effetti di una tazza di caffè sono sorprendentemente rapida. Sufficiente per pochi minuti della caffeina viene assorbita e raggiunge il cervello. Una volta lì, comincia a bloccare i luoghi in cui normalmente si lega l'adenosina, un neurotrasmettitore che inibisce la stimolazione e tende a provocare sonnolenza e relax.
Caffeina quindi opposto. Impedendo l'azione di adenosina, agirà come un doppio negativo che dice.

dosi ingerite

Quindi vengono gran parte dei suoi effetti: l'EFSA (panel europeo di esperti in materia di salute alimentare) ha riconosciuto che da 75 milligrammi di caffeina aumenta la vigilanza, la memoria e la capacità di apprendimento.

E anche se tre milligrammi presi per chilogrammo di peso (più di 200 milligrammi per un 70 chili) un'ora prima di esercizio può aumentare le prestazioni atletiche. Sì, gli stessi esperti raccomandano di non superare i 300 milligrammi negli adulti. Da tali importi (o inferiore nelle persone più suscettibili e, naturalmente, nei bambini) possono causare stati di irritazione, insonnia, ansia, bruciore di stomaco, ipertensione ea lungo termine, aumentare il rischio di osteoporosi. Si consiglia un consumo moderato per le donne incinte perché raggiunge facilmente il feto e, anche se le conclusioni non hanno elevate quantità a volte relativi disturbi in gravidanza.

bevande contenenti caffeina

Anche se è difficile da determinare, perché dipende dal materiale grezzo e il modo in cui viene preparato, si stima che una tazza di caffè contiene standard di 100 milligrammi di caffeina. Una lattina di soda (330 millilitri) fornisce circa 35 milligrammi di caffeina, mentre una lattina di una bevanda energetica (250 millilitri) contiene circa 80 milligrammi.

Per il tè, spesso parliamo di contenente una proteina come un composto diverso. Tuttavia, decenni fa hanno mostrato che la proteina è né più né meno di caffeina stessa.
L'unica differenza è l'insieme di sostanze proprio tè, che rendono l'assorbimento più lento e più sostenuta rispetto al caffè. E anche se ci possono essere variazioni, ogni tazza si condensa attorno a 40/50 milligrammi di caffeina (più nel caso di tè nero per il tè verde). Infine, il cioccolato ha caffeina, ma in questo caso le loro concentrazioni sono molto più piccoli. In breve, le bevande con più caffeina e, quindi, più emozionante, sono, dal più alto al più basso: caffè, energy drink, tè e soda con caffeina. E non dovremmo superare i seguenti importi in un solo giorno: 3 tazze di caffè, 3 lattine di energy drink 6 tazze di tè e 8 lattine di soda (esclusivamente a base di dosi di caffeina consigliata e non nel resto del componenti).

Benefici e rischi di alcaloide

La FDA (l'amministrazione americana che regola l'alimentare e l'uso di farmaci) stima che circa il 80% degli adulti bere caffeina al giorno (principalmente attraverso il caffè), e consuma circa 200 milligrammi al giorno. Con questo paesaggio così completamente colonizzata da tazze fumanti, qualsiasi effetto che può avere è molto importante perché influenzerà praticamente tutta la popolazione. Fortunatamente, dimenticando Balzac ei suoi 50 scivoli al giorno, il consumo moderato sembra offrire determinate prestazioni, che in alcuni casi potrebbero essere considerati quasi come inaspettato.
Anche se i dati sono ancora inconcludenti (basata sull'osservazione e difficilmente hanno studi controllati fatti, molto più affidabile di trarre conclusioni), il consumo di circa tre tazze di caffè al giorno è stata associata con una certa protezione contro le malattie cardiovascolari sia in relazione al cuore (angina, infarto) e il cervello (ictus). E 'anche sembra legata a un migliore controllo del diabete. Tuttavia, il caffè contiene caffeina non solo, ma anche un sacco di antiossidanti.

Non dipendono questi possibili benefici della caffeina, allora? Per il Dr. Esther Lopez Garcia, un epidemiologo presso la Facoltà di Medicina dell'Università Autonoma di Madrid, e ha pubblicato numerosi articoli su l'impatto del consumo di caffè sulla salute, u0026 quot; si pensa che la maggior parte di questi effetti benefici sono dovuti diversi componenti di caffeina, in particolare alcuni polifenoli che agiscono come antiossidanti e quot;. Un buon modo per discriminare vedrebbe se questi stessi effetti si producono anche con il caffè decaffeinato. Tuttavia, le loro conseguenze sono meno conosciuti, perché il consumo è molto più basso. u0026 Quot; Sì, sembra logico pensare che si possono attribuire i benefici del caffè con caffeina, almeno in termini di riduzione del rischio cardiovascolare e di diabete u0026 quot;, prosegue López García.
Un altro problema sarebbe quella di ipertensione. Nel complesso però orientamenti clinici non sono conclusivi in ​​questo senso, si raccomanda che il consumo moderato di caffè in persone con alta tensione. Anche se alcuni studi hanno dimostrato che il consumo di caffè moderato aumenta lo stress a lungo termine, sembra che alte concentrazioni possono aumentare e provocare un momentaneo aumento dopo l'ingestione. Per il Dr. Lopez Garcia, u0026 quot; si raccomanda che i pazienti ipertesi non controllati sono invitati a ridurre il loro consumo di caffè, anche coloro che sono ben controllati non hanno a che fare u0026 quot;.

E per quanto riguarda il tè?

Qualcosa di più di riserva per quanto riguarda i suoi possibili benefici. Alcuni studi hanno collegato il consumo di se stesso con un effetto protettivo cardiovascolare, ma nel complesso la prova è più debole. Ad esempio, mentre i dati positivi ottenuti per il caffè, la squadra stessa López García analizzato l'effetto del consumo di tè sul rischio di malattia coronarica, ictus o diabete, ma non ne trovò.
Peggio in questo senso fuori rinfresco. Da un lato, perché non è certo che la caffeina è responsabile per i benefici di cui sopra, e queste bevande analcoliche non forniscono gli stessi antiossidanti di caffè. Inoltre, la grande quantità di zucchero che contengono ha fatto che sono associati ad un aumentato rischio di sviluppare obesità e malattie associate come il diabete di tipo 2.

In realtà, come il dottor Lopez Garcia dice, u0026 quot; la prova è così forte che negli Stati Uniti già hanno lanciato campagne di salute pubblica che proibiscono la vendita nelle scuole u0026 quot;. Per quanto riguarda le bevande dietetiche, non le associazioni trovato così ovvio, ma alcuni studi hanno già legato il loro consumo con un certo aumento del rischio cardiovascolare. E 'ancora lontano dal raggiungere una conclusione, ma questo problema è ormai un settore importante della ricerca.
E bevande energetiche? Sopra di loro ci sono meno studi a lungo termine, ma il suo uso si sta diffondendo rapidamente, soprattutto tra la popolazione più giovane. A parte i problemi derivanti dalla grande quantità di zucchero, u0026 quot; ci sono diversi studi che suggeriscono che i problemi possono verificarsi in soggetti sensibili a l'effetto della caffeina u0026 quot;, come dice il Dr. López García. Inoltre, un ulteriore rischio è spesso combinato con alcool. u0026 Quot; In effetti, la FDA ci sono molti gruppi che pensano che dovrebbe essere regolato vendita u0026 quot;, sollecitazioni. Non è ancora noto quale caffeina giochi di ruolo nel l'ombra del sospetto.
L'ultima notizia arriva da caffè. Alcuni studi suggeriscono che il consumo moderato può ridurre la comparsa di demenza, tra cui quella associata con la malattia di Alzheimer. Anche se i meccanismi con cui avviene il processo è ancora sconosciuto, indagini preliminari affermare che la caffeina ha un ruolo diretto nel disordine. Dimostrato, altre bevande come il tè sarebbe anche utile in questa zona.
Con tutto questo in mente, forse non dovremmo poniamo anche Balzac, e di essere vincolato da Voltaire, che con maggiore certezza, anche se non tutti, ha continuato a dire: u0026 quot; Naturalmente, il caffè è un veleno lento. Quarant'anni fa bevono u0026 quot;.
Fonte: www.DiarioSalud.net

Per saperne di più